Distributori

Frigoriferi frost free

Conoscere le differenze nei modelli usati nella refrigerazione commerciale

In questo articolo parleremo dei frigoriferi frost-free per uso commerciale. Si tratta della continuazione di quanto già detto per i modelli domestici.

Ricordiamo brevemente cos’è un frigorifero frost-free: è un modello con un sistema di sbrinamento automatico (leggi di più su questa tema).

E’ molto conosciuto al pubblico come un fattore di differenziazione nella refrigerazione domestica, ma è molto comune anche nella refrigerazione commerciale.

Nei sistemi di refrigerazione commerciale è potenzialmente maggiore la formazione di ghiaccio a causa della frequente apertura delle porte, si pensi alle apparecchiature presenti nei bar, pasticcerie o supermercati. Sono aperti e chiusi tutti i giorni da molte persone, che molte volte, lasciano le porte aperte per lungo tempo per scegliere un prodotto.

Nei sistemi senza porta – come le isole di refrigerazione -, la potenziale formazione di ghiaccio è persino superiore. Questo perché l’aria umida può entrare nel sistema senza che nulla lo impedisca.

Mentre nei frigoriferi domestici frost-free il sistema di sbrinamento utilizza sempre resistenze elettriche per scaldare le zone con accumulo di ghiaccio, nei sistemi commerciali questa può essere una delle forme utilizzate per eliminare il ghiaccio che si è accumulato.

Negli espositori di birra, per esempio, il sistema utilizzato è molto simile a quello della refrigerazione domestica: resistenze collegate ad un sensore di temperatura, che sono azionate da un timer, sciolgono tutto lo strato di ghiaccio accumulato sulla superficie dell’evaporatore.

Mentre gli espositori per bevande, che non devono essere mantenute troppo fredde (come l’acqua), non necessitano di resistenza elettrica. Il solo ciclo normale del compressore è sufficiente per sciogliere il ghiaccio. Non c’è sbrinamento forzato attraverso l’uso della resistenza. Ma si tratta di un sistema frost-free, c’è uno scarico e una vaschetta e non necessita di essere spento periodicamente per lo sbrinamento.

Una tecnologia che non esiste per i frigoriferi domestici ed è utilizzata nei commerciali, è quello chiamato sbrinamento con gas caldo (il gas, in questo caso, è il fluido refrigerante).

Questa tecnologia è presente in sistemi maggiori, come le grandi isole refrigerate dei supermercati o espositori di birra di maggiori dimensioni.

Con questa tecnologia, il refrigerante passa più caldo nell’evaporatore, evitando che il ghiaccio si accumuli in quella zona. Lo sbrinamento è più efficiente rispetto all’utilizzo di resistenze, perché avviene direttamente nell’evaporatore (nel caso delle resistenze, queste sono locate in prossimità dell’evaporatore e assorbendo energia riducono l’efficienza del sistema).

Per lo sbrinamento con gas caldo, è necessaria una valvola direzionale all’uscita del condensatore. Comandata da un timer, questa valvola fa in modo che il fluido refrigerante passi dall’uscita del condensatore direttamente all’evaporatore, senza passare per l’elemento di controllo (dispositivo di espansione), che lo raffredderebbe.

Per quanto concerne il consumo energetico, lo sbrinamento con gas caldo può portare dei vantaggi. Si ha un picco di energia per scaldare il fluido (in forma gassosa), ma il sistema complessivamente consuma meno, se comparato con quelli che utilizzano resistenze elettriche (che sono attivate per un tempo maggiore).

Lo sbrinamento con gas caldo ha dei vantaggi, ma è necessario fare attenzione ai suoi possibili impatti. Mentre la resistenza può essere usata con vari tipi di compressori, senza causare impatti sulla progettazione del sistema, il gas caldo necessita di un compressore più robusto (come i modelli della famiglia NTU di Embraco). Oltre a ciò il sistema deve essere ben bilanciato, per evitare che il flusso del compressore salga molto – con il rischio di danneggiare la valvola del compressore.

Problemi più comuni e loro soluzioni 

Come succede con i frigoriferi frost-free domestici per uso commerciale, anche i sistemi commerciali basati su questa tecnologia sono soggetti a problemi che possono causare perdita di acqua e accumulo di ghiaccio.

Quello che c’è di diverso è che nei sistemi commerciali, i rischi associati alla tecnologia di sbrinamento a gas caldo, sono già menzionati: danni alla valvola del compressore – che, in generale, sono causati da errori di progetto del sistema (includendo l’utilizzo di un compressore inadeguato) e da riparazioni fatte male.

Nel caso di perdita di acqua, esternamente al frigorifero o internamente, le cause e le soluzioni sono le stesse già menzionate per i frigoriferi frost-free domestici. 

In generale, i problemi di perdita di acqua possono essere risolti con piccole attenzioni alla vaschetta e allo scarico:

• Cambiare la vaschetta con una più grande, quando l’ambiente è molto freddo e/o umido e non lasciare evaporare la vaschetta prima di iniziare il secondo ciclo di sbrinamento;

• Avvicinare maggiormente la vaschetta al compressore, quando non è sufficientemente vicina l’evaporazione dell’acqua  viene ritardata (l’acqua evapora per effetto del calore del compressore);

• Correggere la posizione della vaschetta o sostituirla con una nuova se inclinata o crepata;

• Riposizionare lo scarico, affinchè l’acqua di sbrinamento non fuoriesca dalla vaschetta, scorrendo sul pavimento;

• Pulire lo scarico o, se necessario, sostituirlo, per il risolvere il problema di accumulo d’acqua, causato da sporcizia o perché schiacciato.

Il problema di accumulo di ghiaccio capita quando il ciclo di sbrinamento non riesce a sbrinare tutto l’evaporatore. In questi casi solitamente ghiaccio ostruisce le alette dell’evaporatore, dopo essersi accumulato gradualmente sulle stesse.

Questo succede generalmente in ambienti molto caldi e umidi, e anche per le frequenti aperture della porta del frigorifero – che come abbiamo già menzionato, ha un forte collegamento con i principali utilizzi di frigoriferi commerciali ai quali ha accesso il pubblico.

Per scoprire l’origine del problema, è necessario fare una verifica dei componenti (la lista di seguito si riferisce ai frigoriferi commerciali che non usano il sistema di sbrinamento a gas caldo). Di seguito i principali problemi che possono succedere:

• La resistenza può essere in corto circuito; 

• Il timer non funziona correttamente e, per questo, lo sbrinamento dura più del necessario;

• Il sensore di temperatura non sta funzionando correttamente;

• Il ventilatore dell’evaporatore non si spegne o si blocca;

Oltre a queste cause, che sono le più comuni, altri componenti elettrici dall’apparecchiatura possono essere la causa del problema. Per questo, è fondamentale fare una controllo di continuità elettrica in ciascuno di essi. Se si trova qualche problema, sostituire il componente.

Per sapere di più sulle perdite nel sistema di refrigerazione, clicca qui, link.

Questo sito utilizza cookie. Find out more